IL GRIMORIO DEL LAGO di Mariachiara Moscoloni

Il Grimorio del Lago di MARIACHIARA MOSCOLONI
Brigantia Editrice, Carini, 2014, 248 pagine, Euro 16,00
www.brigantiaeditrice.it

Quando un grande amore finisce, bisogna raccogliere i pezzi e andare avanti. Soprattutto quando c’è una bambina da tirar su.
Bianca, separata e senza lavoro, chiede aiuto all’amica Agnese, che lavora in una agenzia interinale, e l’aiuto arriva subito, talmente bello da non sembrare neppure vero. C’è una anziana signora molto malata, che abita in una meravigliosa casa sul lago, che cerca una persona per compagnia.
In questo modo Bianca e la piccola Viola avranno una nuova casa, con un grande giardino, uno stipendio fisso su cui contare e la possibilità di cambiare ambiente e allontanarsi da Torino dove ormai ci sono troppi tristi ricordi.
Tutto sembra andare per il meglio: Viola si ambienta subito nella nuova scuola; il parco è una vera delizia che invita alle passeggiate. C’è una simpatica ragazza, Francesca, che tiene in ordine la casa. Elisa Medici, la sua datrice di lavoro, è una donna colta e affascinate, che sopporta con dignità le sue precarie condizioni di salute: non ci vuole molto perché il rapporto tra le due donne diventi di profonda amicizia e rispetto.

Eppure… strani sogni si insinuano nella notte a turbare la sua tranquillità. Da casuali pettegolezzi Bianca apprende che Elisa ha un passato misterioso e che, a torto o a ragione, la gente del posto è stata indotta a credere che sia una strega, o almeno che lo fosse in gioventù.
E che dire del fascinoso Damiano, vicino di casa dal quale Bianca si sente attratta, che dipinge quadri inquietanti?
Che cosa lo collega a un altro Damiano, figlio di Demetra, accusata di stregoneria e vittima dell’Inquisizione nel 1509?
Dove sarà finito il pericoloso Grimorio che ha permesso a Elisa di compiere riti di vendetta per distruggere i suoi nemici?
E che cosa è successo davvero nella torre l’ultima notte?

Un bel romanzo del mistero in una ambientazione insolita, che si legge d’un fiato senza momenti di noia e che lascia aperti molti interrogativi, tanto che si potrebbe ipotizzare una continuazione della storia in un prossimo futuro… (Recensione di Andrea Belloni)

 

Mariachiara Moscoloni è nata a Roma. Non conta l’anno, quanto la data: 23 settembre. L’equinozio le ha donato colori e malinconie tipicamente autunnali. Alterna la sua vita fra il chiasso della capitale e la tranquillità delle colline marchigiane e si nutre unicamente di pizza, birra e libri.
Laureata in legge, ha rinunciato al rigore della professione legale per la creatività della scrittura, che inizia a esprimere attraverso il suo blog: mellontatautablog.wordpress.com
Il romanzo Il Grimorio del lago, secondo classificato al Premio Le Fenici 2013, è la sua opera prima.

 

Vuoi lasciare il tuo commento a questo libro?

Commento di Emanuela Cella Ferrari
Un romanzo affascinante e accattivante. Le vicende di Elisa, Bianca  e Demetra, la dama del lago, si sovrappongono e si fondono una nell’altra in un tutto misterioso e romantico. Un libro nel quale è presente un perfetto connubio tra emozioni, romanticismo, mistero e magia. Un’opera da leggere tutta d’un fiato…