IL VOODOO GNOSTICO DI MICHAEL BERTIAUX di Nera Luce

Il Voodoo Gnostico di Michael Bertiaux di NERA LUCE
Edizioni Aradia, Brescia, 2016, 156 pagine, Euro 16,50
www.aradia-edizioni.it

Il Voodoo gnostico di Michael Bertiaux è un libro molto insolito, e del tutto nuovo per l’Italia, che si basa sul sistema esoterico poco noto di Michael Paul Bertiaux, nato nel 1935 e tutt’ora vivente, che riprende la tradizione di una società iniziatica segreta, La Couleuvre Noire (il Serpente Nero).

Bertiaux, nato in una famiglia priva di pregiudizi che ne incoraggiò la formazione esoterica e filosofica, visse per anni ad Haiti, dove venne istruito nei vari rami del Voodoo.
Ad Haiti era morto Martinez de Pasqually, fondatore degli Eletti Cohen, sui quali principi si basa il Serpente Nero. In seguito, durante un viaggio in Giappone, venne in contatto con gli spiriti Kami dello Shintoismo tramite il maestro Kammamori. Ebbe così modo di accorgersi delle equivalenze tra i Loa del Voodoo e i Kami.
Negli anni Sessanta fondò negli Stati Uniti il Monastero dei Sette Raggi per insegnare la tradizione afro-atlantidea, della quale sarebbero rimaste le ultime conoscenze proprio ad Haiti.
Le molteplici competenze nelle diverse tradizioni iniziatiche e religiose di Bertiaux lo portarono a fondare il Voodoo Gnostico, che mescola tutte le sue teorie, traendone un sistema originale e molto diverso da qualsiasi altro.

Il suo metodo ci viene presentato da Nera Luce, che racconta le esperienze che l’hanno portata, in un particolare momento della sua vita, con un “richiamo primordiale” verso questo indirizzo.
Il sistema è molto complesso, ma Nera Luce è riuscita a riportare la sistematizzazione usata da Bertiaux nella sua monumentale opera Voudon Gnostic Workbook, dove ha dato esercizi di difficoltà crescente per permettere agli studenti di procedere ordinatamente comprendendo ogni parte prima di passare allo stadio superiore. Per fare questo l’Autrice ha mescolato nozioni teoriche (le basi di cui nessuno può fare a meno) a nozioni pratiche, condensando in 150 pagine tutte le conoscenze indispensabili per un approccio meno ostico, che non si può chiamare “divulgativo” per la profondità dei concetti e lo spessore del linguaggio usato.

Ne è derivato un saggio-manuale che sicuramente non sarà per tutti, ma che non mancherà di attirare e sorprendere: chi ama il Voodoo scoprirà dimensioni nuove e inaspettate; chi segue Aleister Crowley potrà fare paralleli con Magick; chi si occupa di sciamanesimo troverà punti in comune. E per i patiti di Lovecraft (che sono tantissimi) una curiosità: nel Serpente Nero esiste una congrega lovecraftiana che si ispira nei suoi riti ai Miti di Cthulhu, creata di Bertiaux nella convinzione che alcune delle entità con cui era entrato in contatto corrispondessero a quelle di cui aveva parlato Lovecraft… (Recensione di Devon Scott)

 

Vuoi lasciare il tuo commento a questo libro?

Commento di Nera Luce
Ringraziamo per la recensione molto apprezzata.