LA MORTE SPIEGATA AI MIEI FIGLI di Roberto Fantini

La morte spiegata ai miei figli di ROBERTO FANTINI
Editore Sensibili alle Foglie, 2010
www.sensibiliallefoglie.it

 

Di che parla questo libro?
Non è un libro triste ed angosciante, ma un libro colmo di speranza sensata e ragionata.
Questo libro è nato dalla voglia di comunicare ai miei figli i risultati di una vita di ricerca e di insegnamento, e dal desiderio di donare loro un forte messaggio di fiducia nella vita. Pertanto, ho fatto il possibile per parlare in maniera semplice di cose che certamente semplici non sono e non possono essere, evitando tecnicismi e fastidiosi sfoggi di erudizione. Il libro, quindi, mira a rivolgersi, in stile sobrio ed essenziale, ad un pubblico ampio e variegato, offrendo molteplici spunti di riflessione, stimolando al dibattito e stuzzicando l’immaginazione e l’intuizione.

Nel mio lavoro, ho affrontato la questione della morte su un piano colloquiale, con un dichiarato intento problematico, volto a liberarla dall’alone tragico che, in genere, la ricopre.
Al di fuori di qualsiasi angusta visione confessionale (al di là, cioè, del credere o del non credere), bensì in un’ottica critica e sensibile alle suggestioni provenienti dal mondo della teosofia e del paranormale, nonché da esperienze di frontiera come quelle delle NDE (stati di cosiddetta “pre-morte”), della regressione sotto ipnosi verso vite precedenti e dei ricordi di altre vite, la mia ricerca finisce per approdare ad una prudente ma rasserenante prospettiva ultraterrena.
Per completare il quadro della ricerca, poi, ho deciso di toccare anche questioni di grande attualità, come quella della pena di morte (in chiave abolizionista), quella della morte cerebrale e dei trapianti di organi (in chiave fortemente critica e controcorrente), nonché quella tanto dibattuta della povera Eluana (Scheda dell’editore).

 

Per saperne di più sull’Autore, www.fantiniartemente.com

 

Vuoi lasciare il tuo commento a questo libro?

Commento di Elena Galli
E’ un libro che ti entra dentro e ti rimane dentro. Ti porta a ragionare e, nello stesso tempo, a far viaggiare lontano l’immaginazione, lontano dai pregiudizi di qualsiasi genere, in una prospettiva ricca di saggezza e di grande libertà.

Commento di Luigi Siena
Ho apprezzato molto la lettura di questo libro. Mi ha permesso di affrontare un tema che, normalmente, si fa di tutto per evitare. E lo ha fatto in maniera gradevole, accattivante, colta e intelligente. Senza paure, senza dogmatismi, senza fideismi, ma in modo aperto, critico e carico di speranza.

Commento di Annalisa Napoli
Si tratta di un libro profondo e delicato insieme. Sa dirti cose molto importanti ed impegnative con uno stile ricco di lirismo e di autenticità, senza dogmatismi o presunzioni. E ti guida verso una ricerca aperta, critica e assolutamente libera. Bellissime le pagine sulla reincarnazione e sullo smascheramento delle menzogne che circondano la “morte cerebrale”!

Commento di Marina Pozzi
Il libro è costruito con cura e con intelligente senso dell’equilibrio. L’autore ti invia messaggi e ti invita a compiere un interessantissimo itinerario conoscitivo, ma, nello stesso tempo, lascia sempre a te il compito di districarti fra le varie ipotesi e teorie. Si tratta di un libro scritto con eleganza e con amore che ti lascia dentro una grande ricchezza di emozioni e di suggestioni intellettuali.

Commento di Gioia Chiarelli
Al di là dello stile misurato e gradevole, questo libro aiuta nel non facile compito di far capire a bambini e ragazzi il concetto di sparizione, dalla propria vita, di una persona cara. Utile e interessante.