IL GRIMORIO DEL LAGO – VOLUME II, L’EREDITA’ di Mariachiara Moscoloni

Il Grimorio del Lago, volume II, l’eredità di MARIACHIARA MOSCOLONI
Brigantia Editrice, Carini, 2016, 200 pagine, Euro 16,00
www.brigantiaeditrice.it

 

«Una strega…», sussurrò Viola. L’embrione di un’idea stava germogliando in lei con prepotente vitalità: donne affascinanti, anticonformiste, raffigurate come streghe. Tutto ciò rispondeva a un disegno che la sua giovane mente riusciva solo in parte a sfiorare. Rammentò una promessa fatta diversi anni prima a Elisa, una promessa che non avrebbe mai potuto infrangere: si sarebbe presa cura del Grimorio, custodendolo come il più prezioso dei beni. Formule, immagini e invocazioni già le scorrevano nel sangue, inabissandosi in una realtà ambivalente, a metà fra la materia e il pensiero, il corpo e l’anima, la ragione e l’istinto. […] Quel cerchio continuava a vestirla di magia. Viola non riusciva a toccarlo ma ne percepiva l’influsso vivificante. Attribuì alla tracciatura ideale della circonferenza persino il potere di realizzare eventi altrimenti inspiegabili.

A cinque anni dal tragico incidente vissuto insieme alla madre, il coma e la lenta e difficile ripresa, Viola ha visto il suo mondo crollare inesorabilmente e la lontananza dal padre non fa che rendere tutto ancora più complicato. Un giorno, dopo tanto tempo, si verifica un episodio che riesce a rincuorarla: l’incontro con Damiano, l’unico uomo che nell’ultimo periodo della vita di sua madre era riuscito ad avvicinarsi a lei, a passare oltre il muro di paure e insicurezze dietro cui la donna si rifugiava.

Un incontro che cambierà per sempre la vita della giovane. Damiano restituisce a Viola lo zaino che aveva perduto, al cui interno è custodita l’eredità di Elisa: il suo antico e misterioso Grimorio che, prima di morire – quasi l’anziana donna avesse presagito il difficile futuro che attendeva la piccola – le aveva donato, pronunciando parole che Viola rammentava alla perfezione: «Questo libro ti salverà la vita, come ha fatto con me!» (Scheda dell’editore).

Mariachiara Moscoloni è nata a Roma. Non conta l’anno, quanto la data: 23 settembre. L’equinozio le ha donato colori e malinconie tipicamente autunnali. Alterna la sua vita fra il chiasso della capitale e la tranquillità delle colline marchigiane e si nutre unicamente di pizza, birra e libri.
Laureata in legge, ha rinunciato al rigore della professione legale per la creatività della scrittura, che inizia a esprimere attraverso il suo blog: mellontatautablog.wordpress.com
Con Brigantia Editrice ha già pubblicato l’apprezzatissimo primo volume di questa saga, che si è classificato 2° al Premio Le Fenici 2013.

 

Vuoi lasciare il tuo commento a questo libro?