IL FANTASTICO MONDO DEGLI GNOMI di Dario Spada

Il fantastico mondo degli Gnomi di DARIO SPADA
Edizioni Armenia, Milano, 2008, 290 pagine, illustrato in B/N, cartonato con sovracopertina, Euro 18,00
www.armenia.it

Un nuovo libro di Dario Spada: dopo quelli dedicati al Piccolo Popolo in Italia e nel resto dell’Europa, eccone uno tutto riservato agli Gnomi, illustrato dai disegni magici e incantati di Red Art. Tra i rappresentanti di quel mondo fatato al quale gli umani hanno raramente accesso, gli Gnomi sono i più misteriosi e sfuggenti.
Ma appartengono davvero al Piccolo Popolo? C’è da dubitarne…
Paracelso li metteva tra gli “elementari”, gli spiriti della Natura, precisamente quelli affini all’elemento Terra, creati da Dio per custodire i tesori della terra. Ma il misterioso Libro Rosso, che non può essere copiato da mano umana, perché i suoi caratteri si cancellano rendendone impossibile la trascrizione, afferma che gli Gnomi ci accompagnano per tutta la vita, sorvegliandoci, consigliandoci le migliori decisioni, ispirandoci e tutelando le nostre capacità intellettuali.

Gli Gnomi vivono soprattutto nei boschi, qualcuno sulle montagne e nelle caverne, ma non è raro vederli nei giardini delle case, magari per fare un tuffo nelle vasche per gli uccellini o per dare un’occhiata alle statue che li raffigurano. Qualche gnomo è stato avvistato perfino nelle città, probabilmente spinto dalla curiosità di vedere cosa fanno gli umani. Di solito vivono in gruppo e, finito il lavoro, passano un mucchio di tempo a oziare nella Natura o a chiacchierare; sono dei gran pettegoloni e attaccano bottone con chiunque li stia ad ascoltare. Se ne conosce bene l’aspetto fisico: sono alti dai 15 ai 30 centimetri, sono rotondetti, col viso paffutello, il naso rosso, gli occhi vivaci e maliziosi. I maschi hanno una bella barba bianca e portano un cappuccio rosso; le femmine sono graziosamente cicciottelle e hanno un cappuccio verde. Vestono abiti coloratissimi, calzano stivaletti o zoccoli, anche se non disdegnano di passeggiare a piedi nudi. Pesano circa 300-400 grammi, ma l’argomento del peso non è molto gradito tra gli Gnomi (beh, anche tra gli umani, specie quelli di sesso femminile), per cui è meglio non insistere ed evitare di parlare di bilance…

Da dove vengono? La loro origine è incerta. Nel folklore celtico si dice derivino da un’antichissima stirpe indigena; taluni sono convinti che giunsero molto tempo fa da altri pianeti; nella mitologia greca si fa cenno a esserini pelosi che abitavano in Libia ed ebbero uno scontro con Ercole.
Si sa dove stanno? Certo, ne troviamo nei paesi nordici, loro patria da sempre, ma anche in Spagna, in Grecia, in Italia. Essendo molto curiosi, amano viaggiare per conoscere nuovi paesi, per cui è ovvio che ne esistano in ogni angolo dell’Europa. E l’autore ci elenca tutte le famiglie gnomiche più note, dai Kabouter olandesi ai Domovoi russi, dai Bannik finlandesi e scandinavi ai Coboldi che abitano Germania, Austria e Svizzera, senza dimenticare gli Omenut friulani e i Gottajarchi di Macugnaga. Ma esistono gnomi in Africa e nelle Americhe, in Oceania e perfino al Polo Sud. Di tutti vengono descritti l’habitat, le zone dei presenza, l’aspetto, le usanze e le leggende ad essi connesse.
Per conoscerli meglio, si parla dei loro rapporti con gli alberi e con gli animali, della loro cucina saporita e naturale e dei loro incantesimi. Però occorre anche trovarli, per cui apprenderemo l’arte di chiamarli a noi per farceli amici e impareremo a memoria il decalogo del perfetto cercatore di Gnomi, che ci metterà nella condizione di riconoscerne le tracce quando decideremo di “andar per gnomi”… (Recensione di Devon Scott)

 

Dario Spada (Milano, 1951) si occupa da più di trent’anni di tematiche legate al mondo dell’occulto e dell’insolito.
E’ stato l’ideatore, nei primissimi anni Settanta, di quei “Gruppi di Ricerca” formati da giovani e giovanissimi che, interessati a queste materie, sono nati a centinaia nel nostro paese grazie ad una campagna lanciata dal mensile Il Giornale dei Misteri, favorendo così la nascita di associazioni e gruppi interessati ai fenomeni paranormali. Scrittore eclettico, ha collaborato con numerose riviste di settore, tra cui alcune “storiche” per gli appassionati. Per Armenia ha pubblicato, oltre al già citato libro Il Piccolo Popolo (illustrato da Giorgio Tavaglione), anche Il libro delle preghiere, Il libro dei nomi e Guida ai fantasmi d’Italia. I suoi libri più recenti sono Gnomi, fate, folletti e altri esseri fatati in Italia (SugarCo, 2007), Italia misteriosa (Armenia, 2008), Il fantastico mondo degli Gnomi (Armenia, 2008) e I Principi della Notte (Armenia, 2009).

 

Vuoi lasciare il tuo commento a questo libro?