LA STREGA CREATIVA: CREARE SAPONI E SAPONETTE di Dafne O’Doherty

Saponi e saponette

Creare saponi e saponette con le proprie mani può rivelarsi un’esperienza estremamente piacevole e appagante. Innanzi tutto ha il pregio che ci permette di sapere cosa metteremo sulla nostra pelle (o cosa andrà a finire sulla pelle delle persone per le quali potremmo confezionare questo tipo di regali), e poi ci dà la possibilità di sfiziarci con colori e profumi, facendoci tornare tutti un po’ bambini.

Ma vediamo di cosa avremo bisogno, come materiale di base, per realizzarne uno:
– 500g di sapone alla glicerina, possibilmente bianco, o di scaglie di sapone di Marsiglia. Evitate saponi di altri tipi o rimasugli di saponette già utilizzate, per due motivi: non avrebbe alcun senso creare un sapone nuovo con pezzi di materiale di cui non si conosca la composizione specifica; inoltre, in magia tutto ciò che è stato già utilizzato non va riciclato.
– 1 pentolino per bagnomaria.
– materiale vario per personalizzare il sapone: erbe, fiori secchi, del miele, pezzetti di frutta fresca, oli di vario tipo con finalità specifiche (per esempio l’olio di mandorle dolci o d’oliva per ammorbidire la pelle), essenze profumate e coloranti ecc.


E ora passiamo alla preparazione.

Vi consiglio di utilizzare un pentolino apposito per questo tipo di lavoro. Grattugiate il sapone, utilizzando il lato della grattugia coi fori più ampi (quello per le carote per intenderci), dentro al pentolino e fatelo fondere lentamente a bagno maria, aggiungendo poca acqua. Mescolate spesso con un cucchiaio di legno (come nella foto) per evitare che si creino bolle.

Appena avrete tolto il pentolino dal fuoco, immergetevi immediatamente le sostanze con le quali vorrete personalizzare i vostri saponi.

Fate colare il composto ottenuto in stampi appositi in silicone per saponi e candele (come si vede nelle foto sotto) – ma vanno bene anche quelli da sabbia per bambini, o quelli per dolci, o quelli di dolcetti mono-porzione, purché elastici  – e lasciate a raffreddare per circa 12 ore. Sformate, ora, il vostro prodotto con delicatezza e mettetelo a seccare per qualche giorno (da 4/5 giorni a una settimana). I saponi della foto sono stati aromatizzati con cannella e cacao (ottimi per l’amore).

 

Ora sfrenate la fantasia e confezionate il vostro sapone come meglio credete. Un’idea è quella di racchiuderlo in sacchettini di cotone colorati o avvolgerlo in pacchetti di carta velina. Potete anche provare a decouparlo, ma sappiate che, a quel punto, la saponetta rimarrà un oggetto molto carino a vedersi, ma non utilizzabile. 


Una romantica alternativa è quella di creare saponi contenenti teneri biglietti con sopra scritte affettuose frasi per il vostro partner o amico o amica. I biglietti, scritti preferibilmente su foglietti di carta resistente e con inchiostro indelebile, andranno posizionati nello stampino in cui colerete il composto quando sarà ancora liquido. Sarà una magica e piacevole sorpresa. Se avete intenzione di fare un sapone abbastanza grande (per esempio, da bagno), e se vorrete regalarlo a un amico o a un’amica pratici di rituali, potreste scrivere sui biglietti un incantesimo di magia naturale, che sfrutti per esempio i quattro elementi presenti in Natura e/o che sia destinato alla purificazione o alla protezione.

Autore: Dafne O’Doherty
Messo on line in data: Ottobre 2007

 

Note
L’articolo si ispira al libro di Devon Scott, I giardini incantati. Le piante e la magia lunare, Venexia Editrice.