I TESTI DELLA CABALA (PARTE SECONDA) di Myrko Cassano

I Nomi dei Trentadue Sentieri

1) INTELLETTO MERAVIGLIOSO (SEKHEL MUFLA). Consapevolezza mistica. È la luce dell’intelletto primordiale, ed è la prima Gloria, di fronte alla quale nessuna creatura può resistere.

2) INTELLETTO RISPLENDENTE (SEKHEL MAZHIR). Consapevolezza radiante. È la corona della creazione, e risplende di una unità perfetta, che si innalza ad essere capo di tutto il resto, e viene chiamata dai Cabalisti: la Gloria Seconda.

3) INTELLETTO SANTIFICATO (SEKHEL MEQUDASH). È il fondamento della sapienza primordiale, che si chiama Fede fedele. La sua radice è Amen, ed è il padre della fede, poiché la fede viene emanata dalla sua forza.

4) INTELLETTO FISSATO (SEKHEL QAVUA). Consapevolezza permanente. Si chiama così poiché da lui provengono tutte le forze spirituali nella delicatezza di Atzilut (Mondo dell’Emanazione). Esse si sviluppano l’una dall’altra grazie alla forza dell’Emanatore primordiale.

5) INTELLETTO RADICATO (SEKHEL NISHRASH). Si chiama così poiché è l’essenza dell’unità perfetta, ed appartiene all’essenza di BINAH (Intelligenza), che viene formata all’interno della Sapienza primordiale.

6) INTELLETTO DELL’ABBONDANZA TRASCENDENTE (SEKHEL NIVDAL). Si chiama così poiché suo tramite si moltiplica l’abbondanza di Atzilut, e poiché dona tale abbondanza a tutte le benedizioni, le quali ricevono unificazione tramite la sua essenza.

7) INTELLETTO SEGRETO (SEKHEL NISTAR). Si chiama così poiché è la radianza che illumina tutte le forze dell’intelletto che si rendono manifeste all’occhio interiore nell’idea della creatività.

8) INTELLETTO COMPLETO (SEKHEL SHALEM). Consapevolezza perfetta. Si chiama così poiché l’Ordine Primordiale. In nessuna delle sue radici è possibile ponderare, se non all’interno delle stanze della Grandezza, la quale emana dall’essenza del suo esistere.

9) INTELLETTO PURO (SEKHEL TAHOR). Si chiama così poiché esso purifica le Sefirot,. Esso mette alla prova il grado della loro struttura e l’essenza interiore, facendola risplendere. Esse ne vengono unificate, senza più parti o divisioni.

10) INTELLETTO SFAVILLANTE (SEKHEL MITNOTZETZ). Si chiama così poiché si eleva e si adagia sul trono di Binah, e risplende con la radianza di tutte le luci, e dona un flusso abbondante al Principe del Volto.

11) INTELLETTO DOPPIAMENTE SCINTILLANTE (SEKHEL METZUCHTZACH). Si chiama così poiché esso è l’essenza della Cortina celeste, ordinata secondo uno schema gerarchico, ed è il sentiero che porta di fronte alla Causa di tutte le cause.

12) INTELLETTO CHIARO (SEKHEL BAHIR). Si chiama così poiché è l’essenza della grande ruota che si chiama “visione”, cioè il luogo da cui provengono le visioni dei veggenti.

13) INTELLETTO ORGANIZZATORE DELL’UNITÀ (SEKHEL MANHIG HA-ACHUD). Si chiama così poiché è l’essenza della Gloria, ed è il compimento della verità degli esseri spirituali unificati.

14) INTELLETTO ILLUMINANTE (SEKHEL MEIR). Si chiama così poiché è l’essenza del Silenzio-Parlante o HASHMAL (Elettro). Esso dona insegnamenti circa i segreti degli elementi dei santi misteri, e del loro contenuto.

15) INTELLETTO CHE SOSTIENE (SEKHEL MAAMID). Consapevolezza Stabilizzante. Si chiama così poiché sostiene l’essenza della creazione con una nube pura, e i maestri della meditazione hanno detto che è una nebbia, com’è scritto : “e il suo vestito è nebbia” (Giobbe 38,9).

16) INTELLETTO ETERNO (SEKHEL NITZCHI). Si chiama così poiché è il Piacere della Gloria, e non c’è gloria al di sotto di ciò. Si chiama Gan Eden (Giardino delle Delizie), ed è preparato come ricompensa per i giusti.

17) INTELLETTO DEL SENTIMENTO (SEKHEL HA-HERGESH). È stato preparato per gli amanti della fede, affinché ne vengano rivestiti tramite lo Spirito Santo, e si chiama Fondamento della Bellezza (Tiferet) nello stato delle Entità Superne.

18) INTELLETTO DELLA CASA DELL’ABBONDANZA (SEKHEL BAIT HA-SHEFA). Per mezzo della ricerca compiuta suo tramite un segreto nascosto e un paradosso vengono trasmessi a coloro che dimorano nella sua ombra, e aderiscono alla ricerca della sua essenza, che proviene dalla Causa delle cause.

19) INTELLETTO DEL MISTERO DI TUTTE LE OPERE SPIRITUALI (SEKHEL HA PEULOT HA-RUCHANIOT KULAM). Si chiama così a causa dell’abbondanza che lo permea, proveniente dalla Benedizione elevata e dalla Gloria superna.

20) INTELLETTO DELLA VOLONTÀ (SEKHEL HA-RATZON). Si chiama così poiché è la struttura di tutti gli esseri formati, e suo tramite l’intelletto conosce l’essenza della Sapienza primordiale.

21) INTELLETTO DESIDERATO E RICERCATO (SEKHEL HA-CHAFUTZ VE-HA-MEVUQASH). Si chiama così poiché riceve l’influsso divino onde poter distribuire le sue benedizioni a tutte le creature.

22) INTELLETTO FEDELE (SEKHEL NEEMAN). Si chiama così poiché in esso si moltiplicano le forze spirituali, onde poter esser vicine a tutti coloro che dimorano nella sua prossimità.

23) INTELLETTO SOSTENENTE (SEKHEL QAIAM). Si chiama così poiché è la forza d’esistenza di tutte le Sefirot.

24) INTELLETTO DELL’IMMAGINAZIONE (SEKHEL DIMIONI). Si chiama così poiché dà un’immagine a tutti gli immaginati, che sono stati creati nell’immagine adatta alla loro costituzione.

25) INTELLETTO DELLA PROVA (SEKHEL NISSIONI). Si chiama così poiché è la prova primordiale con la quale il Creatore, benedetto Egli sia, esamina tutti coloro che lo amano.

26) INTELLETTO RINNOVANTE (SEKHEL MECHUDASH). Si chiama così poiché suo tramite il Santo, benedetto Egli sia, rinnova tutto ciò che viene rinnovato nella creazione del mondo.

27) INTELLETTO PALPABILE (SEKHEL MURGASH). Si chiama così poiché suo tramite è stato creato l’intelletto e il sentimento di ogni creatura sensibile che si trova sotto l’orbita superiore.

28) INTELLETTO NATURALE (SEKHEL MUTBA). Si chiama così poiché suo tramite è stata completata nella sua pienezza la natura di ogni creatura che si trova sotto l’orbita del sole.

29) INTELLETTO MATERIALE (SEKHEL MUGSHAM). Si chiama così poiché descrive la crescita di ogni cosa che diventa fisica sotto il sistema di ogni orbita.

30) INTELLETTO GENERALE (SEKHEL KLALI). Si chiama così poiché suo tramite gli scrutatori del cielo derivano le loro regole, riguardanti le stelle e i segni zodiacali, e il loro studio porta alla completezza della conoscenza delle ruote e delle orbite.

31) INTELLETTO CONTINUA (SEKHEL TEMIDI). Perché si chiama così? Poiché esso controlla il procedere del sole e della luna secondo le loro caratteristiche, ognuno secondo l’orbita che gli è propria.

32) INTELLETTO ADORATO (SEKHEL NEEBAD). Si chiama così poiché è stato preparato per distruggere coloro che adorano i sette pianeti.

 

La lista precedente è la traduzione di quanto appare nei testi cabalistici, in particolare all’inizio del commentario del Raavad al Sefer Yetzirà, e nel Pardes Rimonim di Rabbi Moshè Cordovero.
Come si vede, essa è molto criptica, e avrebbe bisogno di ampie spiegazioni. Questo è il modo di procedere della Cabalà: prima si piantano i semi, nel cui interno è concentrato il segreto di tutta la “pianta” successiva. In seguito tale seme viene gradualmente sviluppato, e gli insegnamenti in esso contenuti vengono assimilati.
Un primo modo per fare ciò potrebbe essere quello di porre i Trentadue Sentieri in corrispondenza con le trentadue volte che il Nome di Dio ELOHIM compare nella storia della Creazione. Il contesto di ciascun versetto, se esaminato cabalisticamente, ci darebbe il senso complessivo del Sentiero corrispondente. Li elencheremo successivamente. Un altro modo consiste nel rapportarli alle dieci Sefirot e alle ventidue lettere dell’Alef-Beit ebraico. Insieme essi costituiscono i trentadue componenti dell’Albero della Vita.

 

Autore: Myrko Cassano
Messo on line in data: Settembre 2003