MAGIA GIALLA (PARTE TERZA) di Lianka

Il Sabba di Samhain: Speranza, Legge dell’Unità, Nulla

Di anno in anno, di giro in giro, questo è tempo di riposo e di ascolto silenzioso.
Nella danza della Vita, morte e vita, Samhain è una porta aperta fra le dimensioni del tempo e delle esistenze.
È il tempo del ritiro, dell’interiorità, l’occasione di andare nelle profondità del nostro essere. Per farlo, abbiamo bisogno di spogliarci di ciò che è esteriore, di lasciar andare quegli attaccamenti e aspetti di noi che non appartengono alla nostra essenza.
E’ l’inizio del tempo in cui stiamo con noi stessi, per ritrovare il nostro nucleo prima di rinascere.
In questo periodo di raccoglimento coltiviamo in noi la Speranza: la speranza di custodire e nutrire i semi dei nostri progetti e dei nostri obiettivi che nasceranno in Primavera.
Sogni e Speranze danno creatività, un’alternativa a questa realtà fatta di apparenza e materialismo.

 

 

Questo Sabba ci insegna a guardarci dentro con onestà e sincerità per poterci far strada tra tutti i falsi desideri, fino a giungere ai reali desideri del nostro cuore. Troppo spesso è la società a dirci cosa dobbiamo possedere prima di poter essere felici.
La carta estratta, invece, ci invita a scegliere da soli cosa ci fa felice e ci appaga anche se non è quello che fa felici gli altri.
Ciascuno di noi è un singolo e al contempo una parte di qualcosa di più grande. Ciò che ciascuno di noi dà al mondo è prezioso è fondamentale.

Nel giorno dell’anno in cui il confine tra i mondi svanisce e non c’è più separazione quale Legge poteva essere all’opera se non la Legge dell’Unità?
Il profondo insegnamento di questa Legge Cosmica in questo giorno sacro è che nella vita c’è la morte, nella luce c’è l’ombra, nello spirito c’è la materia, nella felicità c’è il dolore, nel positivo c’è il negativo perché tutto è Uno, tutto è Unità.
I limiti e i confini sono solo apparenti giochi d’ombra e di illusioni che impediscono ai nostri sogni di sbocciare e a noi di vivere la vita piena che meritiamo.
Nulla più le carte ci dicono per questo Sabba di mistero, ma ricordiamoci sempre che nel Tutto c’è Tutto. Apriamoci quindi alla speranza con occhio vigile, poniamo una candela là dove il buio è troppo oscuro.
Ricordatevi che in America la notte di Samhain, meglio nota come Halloween, è considerata la “notte delle streghe e dei fantasmi”.
Attenzione, dunque, agli incontri notturni con mostri e folletti e, perché no, con il loro leader indiscusso Jack O’Lantern!

 

Elisir

Questa ricetta è perfetta fra Samhain e Ostara e aiuta anche quando avete problemi di raffreddore o influenza, magari prima di andare a letto. Ma riscalda anche l’ atmosfera di una fredda serata invernale fra amici!
Prendete una arancia, un limone, del Rhum (tè per chi non beve alcolici)
e dello zucchero di canna.
In un pentolino mettete a bollire in una tazzina da caffè e 1/2 d’acqua solo la parte arancione della buccia di mezza arancia (la parte bianca è più amara), due pezzettini del giallo della scorza di limone e una fettina intera di arancia. Aggiungete lo zucchero di canna a piacere e fatelo sciogliere bene (di solito un paio di cucchiaini scarsi, è sempre possibile fare una piccola aggiunta dopo). Lasciate bollire per un po’ a fuoco basso. Spegnete e versate il tutto in una tazza. Versate 3/4 della stessa tazzina da caffè di Rhum (o di tè) e bevete molto caldo.
Felice Samhain, Lianka

 

Autore: Lianka
Messo on line in data: Dicembre 2015
Immagine a cura dell’Autrice.