MESSAGGI DAGLI ANGELI (PARTE SECONDA) di Satya

Questa rubrica raccoglie i Messaggi donati dagli Angeli, attraverso i channeling canalizzati da Satya, per accompagnarci in un
Cammino di consapevolezza, di crescita e di evoluzione. Questi Messaggi sono raccolti nei libri di Satya, divulgati dall’Associação Cultural Suoni di Luce, www.suonidiluce.com

 

Come dialogare con gli Angeli

Preghiera – Commento
Anima Luminosa, è naturale ora la domanda: “Come posso sentire il mio Angelo, come posso parlargli, pregare?”
Ecco una bellissima risposta che gli Angeli hanno dato a un ‘Cuore’ che ha chiesto come poter pregare.

 

Domanda: Desidero tanto pregare, mi puoi insegnare come fare?

Risposta: Tutto è in te, nelle tue scelte, nel tuo aprirti, nel tuo credere. La preghiera – come tu la chiami – è condividere con la Grande Luce e manifestare il tuo credere. Quando un ‘Cuore’ chiede aiuto pregando, quando un ‘Cuore’ esprime le sue difficoltà, i suoi dolori, i suoi dubbi, i suoi timori pregando, in quel momento crede.
ApriMi il cuore, confidaMi i tuoi timori, i dubbi, le incertezze, la tua confusione, le mancanze, i dolori. Ogni sentimento che nel cuore vi è condividilo con Me, con la naturalezza che hanno i bambini, senza nessun limite, senza nessun pensiero o timore: questa è preghiera.
Accanto a questa preghiera vi è un’altra preghiera, vi è un altro momento di preghiera, è quello che voi chiamate meditazione, che è far silenzio nel cuore per sentire la voce dell’Anima, per sentire le risposte del tuo Angelo, l’aiuto della Grande Luce.
Immagina di essere con una persona di cui hai fiducia e con lei condividi i tuoi dubbi, i tuoi timori, le tue sofferenze, le tue incertezze: questa è preghiera. Ma per essere aiutata, poi, devi ascoltare quello che lei ti può suggerire, consigliare.
Noi parliamo nel cuore, la Grande Luce parla nel cuore, quando tutto tace, quando tutto è silenzio e la mente si addormenta.
Alterna questi momenti in cui preghi così, condividendo, chiedendo, con momenti in cui ascolti, spalancando il cuore come fosse un fiore, per ricevere gli aiuti, le risposte, la dolcezza, l’Amore, la Luce.

 

Commento
Con tutto il mio Amore ti auguro di vivere dei momenti in cui non hai nulla da chiedere, perché il tuo cuore è appagato, l’Anima è serena.

In quei momenti sei lì solo per ascoltare le parole del tuo Angelo, che sono una musica dolcissima per il tuo cuore.
Sei lì solo per sentire l’Amore del tuo Angelo, della Grande Luce, nutrimento per il tuo cuore, per la tua Anima.
Quando vivi questi momenti di beatitudine, il cuore è colmo di gratitudine e Amore, è così colmo che lo senti traboccare. Nasce il desiderio di esprimere la gratitudine per ciò che hai, per ciò che ti circonda, per ciò che senti nel cuore, per chi sei, per i tesori che il tuo cuore contiene.
Sentirai il desiderio di esprimere tutto l’Amore per il tuo Angelo, per il Creato, per le sue Creature.
Esprimi al tuo Angelo, alla Grande Luce la riconoscenza, la gratitudine, l’Amore: anche questo è preghiera.
Nella mia esperienza questa è la forma più dolce, più appagante di preghiera.
Naturalmente, per entrare in contatto profondo con gli Angeli, con la Grande Luce è necessario il silenzio.

 

Silenzio/Meditazione – Commento
Gli Angeli comprendono com’è difficile fare silenzio per noi che siamo abituati alle parole, a fiumi di parole, per noi che spesso temiamo l’assenza di parole, temiamo il silenzio.
Sovente quando siamo con qualcuno, cerchiamo di dire sempre qualcosa o addirittura ci sforziamo di farlo, dimenticando che il silenzio può farci comprendere ben più di ogni parola.
Il vero silenzio richiede di allontanare la mente e mantenere il cuore totalmente libero e candido.
Ma puoi iniziare comunque a fare silenzio, perché così riuscirai a comprendere ciò che vi è nel cuore da lasciar andare o da trasformare.
Nel silenzio puoi intuire cosa è necessario fare o non fare.
Per fare questo sono necessarie scelte che richiedono coraggio e forza, perché temiamo la verità che nel silenzio emerge.
Non dobbiamo cercare la condizione ideale del cuore e della mente per fare silenzio, ma fare ugualmente silenzio, sempre, in qualsiasi situazione viviamo, che ci riusciamo o no.
Con questo allenamento arriveremo in fretta al momento in cui ci innamoreremo del silenzio, lo sentiremo come una necessità primaria, lo scopriremo come una fonte a cui dissetarci, un luogo in cui ristorarci, lo sentiremo un mezzo per trasformare tutto ciò che nel cuore impedisce la gioia, l’armonia, la pace.
Per facilitarci, gli Angeli ci suggeriscono di immaginare di entrare in una bellissima e luminosissima casa, la Loro casa. Una casa dove ci si può riparare, dove troviamo ciò che ci disseta, ci nutre, ci riscalda, ci permette di riposare, di ristorare il cuore, il corpo, l’Anima.
In questa casa speciale, oltre a dissetarci, nutrirci, ripararci ed essere protetti, possiamo crescere comprendendo, possiamo evolvere intuendo, percependo tutto ciò che vi è dentro di noi, tutto ciò che vibra intorno a noi.
In questa casa sentiamo l’Amore che i nostri Angeli ci infondono, mentre noi siamo lì, semplicemente lì, senza nulla fare, senza nulla chiedere.
Non servono tecniche particolari, basta entrare in questa casa speciale, sedersi, spalancare il cuore e lasciar accadere.

 

Domanda: Cos’è il silenzio?

Risposta: Il silenzio è un’intimità profonda tra te e Me, tra te e Noi, tra te e la Grande Luce.
È semplicemente fermarti, chiudere la porta dietro di te e sederti con Noi, con Me, accanto al lume di una candela o davanti al sole.
Il silenzio è lasciar andare il rumore del mondo per ascoltare le nostre musiche.
È lasciar andare il corpo per sentirCi con l’Essenza.
È lasciar andare la mente per far parlare il cuore, per unirti all’Anima.
Il vero silenzio è una dolce intimità.
E per arrivare a questo non servono grandi cose.
Segui semplicemente ciò che ti unisce all’Universo: il battito del tuo cuore.
Sorridi, apri la tua intimità per permetterCi di entrare.
Il silenzio è percepire il battito dell’innamorato, e questo avviene solo se si è lì per udirlo, solo se si è aperti per percepirlo e poi goderne. È tutto lì, è tutto lì.
E non passi un giorno senza questa intimità, solo così il cuore potrà essere libero da affanni, lo sguardo puntato solo all’Anima, alla Luce, all’Amore.
Il silenzio è una fonte che può dissetare, è un cibo che può nutrire, è un mezzo per ritornare alla pace e far entrare in te la Nostra pace.
Nel silenzio conoscerai come vivere, conoscerai il significato della vita e delle Nostre parole, nel silenzio potrai percepire ciò che per te è ora invisibile, ma che esiste intorno a te: la vera realtà.

Domanda: Mi puoi dare un aiuto per imparare a fare silenzio?

Risposta: Segui il tuo respiro, l’onda che il respiro crea, il cerchio che il respiro compie, pensando di respirare l’Amore, di respirare la Luce.
Inspira l’Amore ed espira l’Amore, inspira la Luce ed espira la Luce.
Ascolta cosa senti, cosa provi, sapendo che dentro di te stai portando la Luce, stai portando l’Amore, la Nostra Luce, il Nostro Amore.
Osserva cosa accade nel tuo corpo mentre è toccato dall’Amore che porti dentro respirando, che Noi portiamo attorno a te.
Perditi in questo osservare, in questo sentire, in questo percepire.
Ricorda che basta poco, ma ripetuto spesso.
È la quantità degli allenamenti al silenzio che ti aiuterà a conoscere il silenzio, a vivere il silenzio, ad amare il silenzio.
Durante il giorno, in molti luoghi, allenati.
Quando nei boschi sei o davanti al mare siedi, fa’ silenzio abbandonandoti.
In questo modo riuscirai a fare silenzio più a lungo, perché sentirai crescere il piacere di rimanere lì per tutto percepire, per tutto sentire, nel Tutto perderti, perché più che mai sentirai di essere avvolta da un Amore che tutto dà, dà una pace che a tutto porta.
E ricorda che nel silenzio tutto puoi sentire prima, cosa accadrà poi.
Nel silenzio puoi percepire ‘Chi’ ti circonda con Amore.

Domanda: In alcuni momenti c’è qualcosa dentro di me che non comprendo, ma che mi impedisce di fare silenzio.
Cosa posso fare?

Risposta: Ascolta con più attenzione il respiro, fermati ad osservare il respiro e ti accorgerai se dentro di te vi sono tensioni o ansie, così potrai scioglierle, perché il respiro non libero blocca la vita.
Se osservi il respiro, puoi vedere ciò che hai dentro, ciò che ti sta accadendo, e lì comprendere, lì apprendere, lì cambiare e lì i passi fare, lì elevarti poi. Nel silenzio Noi parleremo di più e la voce dell’Anima sarà più forte, quindi conoscerai il linguaggio dell’Anima, dell’Universo. Ed ecco che vivrai una profonda pace.

 

Domanda: Qualche volta ho timore di fare silenzio. Perché?

Risposta: Perché nel silenzio puoi scoprire cosa c’è dentro di te e per fare questo ci vuole coraggio.
Il silenzio non è fermare le parole, è fermare anche i pensieri, allontanandoli, staccandosi da essi, non certo bloccarli dentro.
E nel momento in cui allontani i pensieri, lo sguardo va nel cuore, nel tuo intimo, e scopri tutto ciò che lì vi è.
Ma quando si ha il coraggio di entrare nel profondo e di ascoltare ciò che vi è ancora da trasformare, da liberare, nel profondo trovi anche ciò che vi è da amare, da scoprire, da riscoprire, da vivere, trovi le tue bellezze, i tuoi tesori, trovi te stessa.
E allora comprendi con l’Anima, senti con il cuore, senti il perché di un sentimento, di una situazione, il perché di quella esperienza che vivi, che stai vivendo o che dovrai vivere. Comprendi l’azione che devi compiere, i passi che devi fare. Ecco perché a volte si teme di fare silenzio.
Ma se dai spazio al silenzio, questo ti permetterà di ritrovarti, di ristorarti, di rigenerarti, perché in quel momento in cui sarai sola con Noi, Noi possiamo infondere dentro di te la forza di vivere tutto, di compiere tutto, il coraggio di affrontare ogni situazione, l’entusiasmo di proseguire il cammino.
Ama il silenzio, non temerlo. Si teme perché si pensa di entrare nella tristezza, invece il silenzio fa entrare nella gioia, in contatto profondo con la gioia, con l’Amore, con la Luce. A volte si teme di lasciar andare il linguaggio che si conosce, non si gode così della saggezza dell’Anima che porta ad amare di più, a comprendere di più, ad apprendere il linguaggio dei fiori, delle piante, del vento, della pioggia, del sole, dell’Universo.

 

Domanda: Nel silenzio arrivano molti pensieri.

Risposta: Lasciali scorrere, non crearti sensi di colpa se arrivano: più ti allenerai al silenzio, meno i pensieri arriveranno o più in fretta se ne andranno.
Più starai per lunghi momenti in silenzio, meno spazio avranno i desideri e giungerai ad un momento in cui sarai così unita al Tutto da non avere più desideri. Sarai così abbandonata e fusa con il Tutto che dentro di te risuoneranno solo le musiche dell’Amore, le Nostre parole, le parole della tua Anima. Hai solo necessità di allenamento.
E quando una voce dentro di te dirà: “Vorrei fare silenzio, ma mi arrivano troppi pensieri”, rispondi così:
– È perché mi manca l’allenamento, ho solo bisogno di allenarmi di più. –
E in quei momenti sentiMi accanto.

 

Domanda: Nel silenzio mi arrivano ondate del Tuo Amore e faccio buoni propositi per la giornata, ma poi li scordo…

Risposta: Bastano attimi di unione con Noi per farti ritornare come al mattino.
Il silenzio può essere un momento di profonda intimità con Noi, un’intimità intensa, lunga, ma può essere anche un momento breve come un lampo nel cielo, dove l’attenzione viene rivolta all’Anima, dove si sente l’unità con il Cielo, con la Luce.
E questi attimi non ti distolgono dal quotidiano, ma te lo fanno vivere con tutta l’intensità necessaria.
Sono attimi, ma sono indispensabili in tutto il quotidiano, perché questo sentire l’unità con la Luce, ricordarti di essere un’Anima Luminosa, ti fa superare tutto, ti fa manifestare l’Essenza, finché ti sentirai ininterrottamente solo un’Anima unita alla Luce.
All’inizio fa’ in modo che non passi un’ora senza questi momenti, poi riduci i tempi e infine rimani in unione continua. Devi semplicemente dire:
– Entro la prossima ora devo ricordare chi sono, devo sentire chi sono, devo sentire l’Amore che mi circonda. –
In questo modo crei un pensiero che muove un certo tipo di energia e tu sai che quando si desidera ricordare una cosa importantissima la si ricorda.
Bisogna dar valore a questi attimi, bisogna dar loro il valore che hanno.

 

Domanda: Molte volte il silenzio mi provoca delle reazioni, non so se è bene che cerchi di farlo, perché dentro sento molta rabbia…

Risposta: Non è rabbia.
Molte emozioni sono lì, molti timori sono lì, ma non è rabbia, bambina. Non a caso vi aiutiamo a vivere gli opposti.
Più intensamente giocherai, canterai, danzerai, più intensamente riuscirai a percepire canti nuovi, linguaggi nuovi e riuscirai ad esprimere danze nuove.
Finché il tutto non è espresso, il cuore non è totalmente vuoto, non riuscirai a parlare con il linguaggio nuovo, e nel linguaggio nuovo mille linguaggi conoscerai, perché un linguaggio nuovo esprimerai, e saprai anche udire, comprendere, tanti altri linguaggi.
Non è il silenzio che tu conosci, ma è un’espressione nuova, dove sono racchiusi danze, canti, parole.
E quando lì giungerai, ininterrotta sarà la felicità, perché lì vi saranno le vere danze, i veri canti, le vere espressioni.
Allora, quando al silenzio ti avvicini, cerca con il cuore, non certo con la mente, note di musiche, cerca canti che hai già conosciuto, cerca parole che non ricordi più.
Se così ti poni, nascerà l’entusiasmo inevitabile di quando si va nell’avventura totale per conoscere il nuovo, vi sarà la gioia per scoprire il nuovo, l’ebbrezza che il nuovo, quando è intenso, dà.
E questo nuovo sarà così intenso da inebriarvi, e inebriati la magia vivrete.
Se al silenzio ti avvicinerai con il pensiero di dover soffocare parole, canti, emozioni, non conoscerai mai il vero silenzio, perché ciò che è soffocato, è represso, grida, e grida forte, spinge e spinge forte.
Ma se parole, espressioni, emozioni, canti, deponi con Amore, con gioia, per un po’, per conoscere, per manifestare, per esprimere altre parole, altri canti, altre danze, altre canzoni, altre espressioni, allora ciò che hai deposto per un po’ si addormenterà, perché è certo che poi potrà nuovamente risvegliarsi, prendere il suo posto.
Ed ecco che così il nuovo ti attirerà così tanto, e così forte, e così intensamente, che dimenticherai il luogo dove hai deposto ciò che ora conosci, e quando questo si risveglierà, non riuscirai più a sentirlo.
È difficile per te ora comprendere, ma vivendolo, tutto più facilmente si comprende, tu lo sai.
È sperimentare che ti aiuta a conoscere, è vivere che ti aiuta a intuire di più la vera vita.
Allora, condividi le tue difficoltà, e sarai aiutata.
Ognuno può avere ciò che ostacola la leggerezza del cuore, o fa soffrire.
Questa sofferenza viene da viaggi diversi, e in questi viaggi ognuno ha vissuto esperienze diverse, ecco perché è indispensabile la compassione.
Ciò che per qualcuno è facile, per l’altro è difficile; ciò che qualcuno può turbare, l’altro può rallegrare.
Ecco perché tutto ciò che il cuore turba o rallegra, si deve condividere, perché è così che arrivano i grandi aiuti, che si possono donare i grandi aiuti.
E per qualcuno ricontattare il silenzio, vivere il silenzio, quello che ora conoscete naturalmente, perché non è ancora il vero silenzio, può creare grandi timori, grandi reazioni, la voglia di fuggire, perché sente che cose soffocate lì parleranno, lì emergeranno, perché percepisce che esplosioni vi saranno.
Il silenzio può turbare, può portare a reagire, a fuggire, perché è lì che si sente di poter ricordare, riconoscere, riprendere un Antico molto luminoso, molto grande, ma un Antico che in molti viaggi ha portato a soffrire, non nell’esprimerlo naturalmente, (perché mai l’espressione della Luce fa soffrire, ma porta solo a grandi gioie, a grandi estasi), ma perché qualcuno ha soffocato l’Amore, la Luce, o anche, in alcuni casi, ha soffocato la vita.
Allora, puoi comprendere quanti sono i motivi di attrazione o di rifiuto, di spinta o di resistenza, di emozione della nuova avventura o di desiderio di ritornare indietro, di fuggire.
Ma se tutto questo condividi, per mano Mi tieni, e avrai sempre il cuore unito al Mio, si creerà solo l’entusiasmo di un’avventura che ti porterà a conoscere il nuovo, a ricordare l’Antico, vi sarà solo la gioia che i grandi viaggi di avventura portano.
E tu sai che quando si viaggia, felici di vivere un’avventura, le difficoltà si superano sorridendo ad esse.
E ben conferma hai ora che non era rabbia ciò che hai provato, ma ben altro, ben altro.
E più avanti ti doneremo altre comprensioni di ciò che ancora può emergere.
E quando sentirai forte difficoltà, o reazione, ancora più fa’ attenzione a cosa vi è dietro, per far uscire tutto.
È solo così che, lasciando esplodere le onde, il mare diventerà calmo, e nel mare calmo arriverà l’onda alta, dell’Amore alto, che in alto ti porterà.

 

Domanda: Io amo molto la danza e mi sembra che la danza mi avvicini di più a Voi che il silenzio.

Risposta: Perché danzando senti quella leggerezza necessaria per vivere la vita, per vivere il quotidiano, senti che tutto è danza, tutto è movimento e ponendoti in questo modo crei spazio all’entusiasmo, crei spazio alla forza necessaria per lottare quando è necessario.
Senti che la danza e il gioco sono indispensabili per porsi nei confronti della vita nel modo giusto, per sentire la vita nel modo giusto.
Quando dentro di te vi è un blocco, danzando tutto riprende a muoversi e la pesantezza svanisce.
Danza, danza, danza… nella tua casa, nel prato, sulla spiaggia e quando sei stanca di danzare fermati, fa’ silenzio per sentire il corpo, per sentire cosa il corpo, dopo aver danzato, vuole comunicarti, cosa il cuore, dopo aver danzato, ti vuole dire.
E amerai il silenzio, sentirai la voglia di sederti ed ascoltare il corpo, il cuore, l’Anima, ascoltare Noi.
Il silenzio si incontra con la gioia nel cuore e lì arrivano parole, suoni, musiche, emozioni.
Danza, gioca e poi vivi il silenzio come una danza, come un gioco.
Ama il silenzio sentendo che è in realtà un gioco, una danza, è la danza in assoluto, perché lì vibrano un’infinità di cose dentro e intorno a te.
Stai cercando il tuo equilibrio: la danza, il gioco e tanto silenzio ti aiuteranno a raggiungerlo sempre più in fretta.
Darai il valore giusto ad ogni cosa che vivrai, perché ti sentirai una danzatrice nella danza della vita, una giocatrice nel gioco della vita. E questo ti porterà all’entusiasmo, alla gioia.
Sempre il cuore deve rimanere leggero qualunque cosa accada.
Allora qualunque cosa accada tu danza, gioca e vivi il silenzio come una danza, un gioco, il gioco più importante per cogliere l’Essenza di te, l’Essenza della vita.

 

Domanda: Il silenzio mi porterà alla pace che sto cercando?

Risposta: Nel silenzio inizierai a far entrare nel cuore, nel corpo, nell’Anima, una pace nuova, la pace che accompagna la Luce, che accompagna alla Luce, la pace che accompagna l’Amore, che accompagna all’Amore, la pace che accompagna la forza, che accompagna alla forza dell’Essere.
E vivrai nella pace, questa pace che può entrare creando spazio con il silenzio.

 

Domanda: Cos’è la meditazione?

Risposta: È essere lì, semplicemente essere lì, perdersi nel cielo, perdersi nel mare, guardare un albero e lì chiudere gli occhi per nulla vedere, ma tutto percepire.
La meditazione è divenire cielo, è divenire mare, è divenire terra, sole, stella, albero, è fondersi con il Tutto e divenire il Tutto, è perdersi nel Tutto, per ritrovare il Tutto. E per fare questo c’è bisogno di allenamento, di tempo, di tanto tempo.

 

Domanda: Cosa significa essere canali della Luce?

Risposta: Ama e sarai circondata dall’Amore, lascia uscire la tua Luce e dalla Nostra Luce fatti avvolgere.
Chi a Noi totalmente si affida vivrà gioie intense, emozioni nuove.
Vibra d’Amore e Noi vibreremo in te.
E le vibrazioni di gioia che sentirai nel cuore, quando vedrai la Luce nelle persone che hai aiutato ad aprire il cuore, quando sentirai le loro emozioni, le loro gioie, quando vedrai la loro trasformazione, saranno per te gioie nuove, grandi, intense.
Questo è l’essere di Noi canali: è il sentirsi solo mezzi della Luce, dell’Amore, è provare la gioia della Paternità Universale e della Maternità Universale.
È qualcosa che appaga il cuore e riempie completamente tutto l’Essere.

 

Domanda: Ho sognato che entravi dentro di me ed ho provato delle sensazioni che non si possono esprimere a parole. Vorrei tanto riprovarle, mi aiuti?

Risposta: Ciò ora accade solo per pochi attimi, perché i limiti del corpo sono molti, perché l’unione con Noi non è ininterrotta, intensa e totale, ma potrà in seguito accadere per lungo tempo, per sempre, ininterrottamente.
Ciò che hai provato accade quando ti unisci a te stessa, quando incontri te stessa nel profondo, quando crei più spazio a Me, alla tua Essenza.
Questo accade quando ti innamori dell’Amore, della Luce, di Noi, e permetti la fusione che l’Amore crea.
Senti di aver assaporato per un attimo le delizie e ora sai che esistono.
Ora comprendi meglio perché Noi vi spingiamo verso di esse, vi spingiamo verso l’estasi.
Crea questi momenti in cui entri dentro di te, entri nel profondo e ti perdi.
Crea questi momenti di unione con il Cielo e con la Terra, con i fiori e con gli alberi, con il Tutto che ti circonda, per far entrare questo tutto dentro di te, per fonderti con esso.
Innamorati della Luce, dell’Amore e vivi da innamorata questo Amore. Innamorati di Me come Io sono innamorato di te: le nostre Essenze si fonderanno e ti perderai ritrovandoti, ti ritroverai fondendoti nell’Amore, con la Luce.

 

Commento
Dolce Anima Luminosa, nel silenzio troverai realmente tutto ciò che cerchi.
Quello che ora pensi necessario, importante, sfumerà, lo sentirai in modo totalmente diverso.
Nel silenzio sentirai le grandi gioie, troverai il grande Amore, vivrai le grandi emozioni, perché nel silenzio l’Anima si fonderà con l’Amore, con la Luce, sentirai di ritornare a ‘Casa’.
Fa’ silenzio, medita, prega, sentendo di entrare nella ‘Casa’ dei tuoi Angeli e ti sentirai realmente a casa, al sicuro e immensamente amata.
Puoi far questo nella tua camera, sulla spiaggia, in un bosco, in un prato. Ogni luogo ti darà vibrazioni diverse, intensità diverse.
Qualunque sia il luogo, senti di entrare in una casa dove troverai tutto ciò che cerchi, dove troverai ristoro per il tuo cuore, per il tuo corpo, per la tua Anima, dove troverai la pace infinita, l’armonia totale con l’Universo… e così sarà.
Non servono tecniche particolari: entra in questa casa e lì siediti, entra con il cuore pensando di portare l’Anima al tuo Angelo, alla Grande Luce, per lasciarti amare da Lui, per esprimergli il tuo Amore, per lasciarti avvolgere dalla Grande Luce.
Siediti lì semplicemente per il piacere di stare con il tuo Angelo, con la Grande Luce, e sentirai il cuore appagato.
Quando fai silenzio non cercare di vedere o di sentire il tuo Angelo.
Forse lo sentirai, forse lo vedrai e questa sarà una grande gioia, una cosa meravigliosa.
Ma sempre sentirai una gioia e una dolcezza infinita, quando ti lascerai permeare dall’Essenza del tuo Angelo, dal Suo Amore: tutto il tuo Essere sarà appagato.
Semplicemente stai lì seduta, in dolce attesa, lasciati infondere ciò che il tuo Angelo ha per te, certa che lui infonderà in te tutto ciò che ti è necessario in quel momento, per quel giorno, per il giorno dopo, per i giorni a venire.
Chiedi al tuo Angelo di infonderti questo e poi permettigli di infonderti tutto.
Arriverà il momento in cui ti sentirai fusa con il tuo Angelo, fusa con la Grande Luce, fusa con il Tutto e vivrai l’estasi.

 

 

Autore: Satya
Messo on line in data: Settembre 2017
L’articolo è estratto dal libro La tua mano nella mia di Satya.

Satya è Maestra Reiki e channeler da più di 24 anni. È terapeuta olìstica e counselor, ha accompagnato molte persone in un Cammino di crescita personale e spirituale e sta accompagnando un gruppo. Satya ha scelto lo pseudonimo affinché ognuno la possa sentire solo come Anima in Cammino. I messaggi donati dagli Angeli hanno trasformato la sua vita e hanno aiutato molte persone. Inoltre possono accompagnare in un Cammino di consapevolezza, di crescita e di evoluzione. Per questo Satya sente come suo ‘compito’ divulgare questi messaggi.