SPECIALE NATALE: I DOLCI ITALIANI di Redazione

I dolci della tradizione natalizia in Italia

Anche se siete sempre a dieta, le feste di Natale sono un periodo durante il quale sono concessi molti peccati di gola. E noi vi aiuteremo a ingrassare un po’ di più…

 

Copata pugliese
Ingredienti:

1 kg di miele
500g di zucchero
5 chiare d’uovo
1 kg di mandorle sbucciate e tostate
vaniglia o scorza di limone
ostie (si trovano in farmacia).
Preparazione: Questo è un antico torrone di provenienza araba. Si mettono in una casseruola il miele e lo zucchero e si fanno sciogliere a fuoco molto lento, girando continuamente con un mestolo di legno. Quando il contenuto è diventato liquido, aggiungere le chiare d’uovo montate a neve, le mandorle e la vaniglia (o la scorza di limone). Girare sempre col mestolo fino a cottura. Sarà tutto ben cotto quando, assaggiando l’impasto, non si attaccherà ai denti. Infine si versa il contenuto in una forma rettangolare foderata di ostia. Si lascia indurire e poi sarà pronto per essere consumato.

 

Cartellate
Ingredienti:

1 kg di farina
200g di olio d’oliva
200g di vino bianco o birra (acqua tiepida, se necessario)
1lt di vincotto
confettini colorati
cannella (facoltativa).
Preparazione: Mettere sulla spianatoia la farina a fontana e impastarla con l’olio e col vino. Se la pasta, dopo la prima lavorazione, risultasse troppo dura, si aggiunga un po’ d’acqua tiepida fin quanto ne assorbe. Continuare a manipolare finché ne risulti un impasto né troppo morbido né troppo duro. A quel punto prendete dalla massa delle piccole parti e formate delle pagnottine da schiacciare col matterello, sino ad ottenere delle schiacciate sottilissime. Da queste con la rotellina a smerli tagliare strisce larghe circa 4 cm. Ogni striscia va poi piegata in due e unita con le dita a distanza di 3 cm, ottenendo, così, delle specie di conchette. Arrotolare, quindi, le strisce pieghettate su se stesse in modo da ottenere delle tondine a forma di rosa. Così confezionate, le cartellate si lasciano asciugare per 12 ore e poi vanno fritte in abbondante olio d’oliva. Appena sgocciolate, passarle nella padella dove si è provvisto a riscaldare il vincotto. Quando galleggeranno toglierle dalla padella e sistemarle su piatti larghi e bassi. Spolverizzare con cannella e/o confettini colorati.

 

Nocelle al cioccolato Ingredienti:
250g di nocciole tostate
250g di cioccolato fondente
pirottini per pasticcini.
Preparazione: Fondere il cioccolato a bagno maria. Gettare nel cioccolato fuso le nocciole e mescolare affinché si ricoprano di tutta la cioccolata. Raccoglierne a 4 a 4, formando dei quadrifogli, oppure delle palline, se volete più cioccolato, e posizionarle nei pirottini. Metterle in frigo a raffreddarle.

 

Cicerchiate
Ingredienti:

1 kg di farina
400g d’olio
un pizzico di sale
200g di vino caldo
1 kg di miele
mezzo bicchiere d’acqua
polvere di cannella
vaniglia e scagliette di cioccolato fondente.
Preparazione: Sono molto simili agli struffoli napoletani, ma hanno sia la forma che gli ingredienti leggermente diversi. Si impasta la farina con l’olio, il sale e il vino caldo. Dapprima si strofina la farina tra le mani per farne assorbire l’olio, poi si impasta fino ad ottenere una massa compatta. Quindi si taglia a pezzi e si formano dei lunghi serpentelli, si troncano a pezzetti non più lunghi di un polpastrello e si passano sull’interno di una grattugia, in modo che diventino ricci. In alcuni paesi si dà la forma di uno gnocco. Si friggono, così, nell’olio bollente o nel forno. Si scioglie, a questo punto, il miele con l’acqua e, mentre bolle, si versano le ricerchiate un po’ alla volta, affinché si ricoprano tutte di miele. Porle su un piatto e cospargerle, così cotte, di cannella, vaniglia e pezzettini di cioccolato.

 

Sgonfiotti
Ingredienti:

1 kg di farina
250g zucchero
200g d’olio d’oliva
25g di lievito
500g mandorle sbucciate e passate al tritatutto
500g di zucchero
2 chiare d’uovo sbattute a neve
un pizzico di cannella
buccia di limone grattugiata
olio per friggere
1lt di vincotto.
Preparazione: Si impasta molto bene la farina con lo zucchero, l’olio d’oliva e il lievito. Dall’impasto si prelevano dei pezzetti che vanno lavorati ancora fino a formare una pagnotta. Da ciascuna di esse si ottiene, col matterello, una schiacciata sottile e, da questa, con un bicchiere si tagliano tanti dischetti sui quali si porrà un cucchiaio di pappa di mandorle preparata nel seguente modo: lessare le mandorle e impastarle con lo zucchero, la cannella e il limone. Lavorare  amalgamando e, se la pappa dovesse risultare troppo compatta, aggiungere un po’ d’acqua. Una volta che si è posta la pappetta sulla schiacciatina, si ribalta la stessa formando una specie di panzarotto. Chiuderlo con la rotella a smerli e ripetere l’operazione per ogni sgonfiotto. Friggerli in olio caldo e passarli, poi, nel vincotto. Dato che i dolci sono fritti, se ne può fare una versione light (più leggera, ma molto meno gustosa) farcendo del pan di Spagna con la crema di mandorle. Le fette di torta possono poi essere coperte con il vincotto.

 

Paste greche
Ingredienti:

1 kg di farina
1 kg di zucchero da passare nel tritatutto per renderlo zucchero a velo
500g burro fatto sciogliere a bagno maria o a fuoco bassissimo
200g di mandorle sbucciate e tostate
2 arance
1 tazzina d’olio d’oliva
2 bustine di pan degli angeli
1 cucchiaio di bicarbonato
1 piattino di zucchero semolato.
Preparazione: Si impasta la farina normale con quella di mandorle tritate, il piattino di zucchero semolato e il burro fuso. Si aggiunge la scorza di arance tritata e la tazzina d’olio d’oliva. All’impasto si aggiungono le due bustine di pan degli angeli e il bicarbonato. Si forma, così, un impasto compatto e burroso. Dall’impasto ricavare dei piccoli pezzi da modellare a forma di rombi. Ungere una placca da forno e riscaldare il forno a 180°/200°. Sulla placca posizionare i rombi di pasta e passarli in forno per 15/20’. Non di più, perché la pasta di mandorle non deve cuocere troppo. Ne frattempo posizionare lo zucchero a velo in un piatto largo. Appena le paste usciranno dal forno, passarle subito nello zucchero a velo fino a ricoprirle tutte. Per un risultato ottimale ripetere l’operazione almeno due volte. Lasciar raffreddare.

 

Struffoli
Ingredienti:

300 gr di farina bianca
4 uova
30 gr di burro
zucchero
sale, un pizzico
la scorza grattugiata di un limone
150 gr di miele
100 gr di scorzette di arance e cedro candite.
Preparazione: Setacciate a fontana, sul tavolo, la farina, al centro mettete un cucchiaino di zucchero, un pizzico di sale, un cucchiaino di scorza grattugiata di limone, le uova intere, 30 gr di burro. Ora lavorate bene la pasta, poi ricavatene tanti pezzi con i quali formerete dei bastoncini della grandezza di un dito; quindi tagliateli in sbieco, facendone tanti pezzettini. In un recipiente alto e stretto fate scaldare abbondante olio di semi; quindi fate dorare gli struffoli, pochi alla volta. Quindi toglieteli dal recipiente con un mestolo forato e poneteli sulla carta assorbente. In una casseruola versate il miele; fatelo sciogliere su fuoco basso, poi levatelo dal fuoco, unitevi la scorza grattugiata di un’arancia, le scorzette tagliate a dadini e quindi gli struffoli. Mescolate il tutto finché il miele sarà completamente assorbito, poi versate gli struffoli sul piatto da portata rotondo e con le mani bagnate d’acqua formate un cono. Saranno migliori se serviti il giorno dopo.

 

Autore: Redazione
Messo on line in data: Dicembre 2004