PROMESSA DI SAMHAIN di Bianca Venere (Venus)

Promessa di Samhain di BIANCA VENERE (VENUS)
Edizioni Amazon, 2018, 308 pagine, Euro 9,26
https://www.amazon.it/Promessa-Samhain-Bianca-Venere-Venus/dp/1723977500



Cosa deve fare una ragazza di (quasi) diciotto anni se i suoi genitori decidono di rivoluzionarle la vita, costringendola a lasciare la città in cui è nata e cresciuta, in cui ha le sue radici, una vita ricca di soddisfazioni e degli amici (tra cui Sara, l’amica del cuore), per andare a seppellirsi in un buco di paese nell’entroterra di Imperia?
Va bene, ci sono telefono e computer, ma non sarà più la stessa cosa.
Purtroppo la madre di Moira è stata trasferita a insegnare in un liceo di Ventimiglia e tutta la famiglia deve fare i bagagli.
Col cuore a pezzi, Moira parte per Triora, un luogo di cui sa poco. Innanzitutto è in montagna e non al mare e Moira adora il mare, è perfino nata col parto in acqua. Poi è un paesino, non una grande città, quindi è prevedibile che sarà un vero mortorio e non ci sarà niente di interessante da vedere e da fare. L’unica cosa intrigante, ma più che altro una curiosità, è che viene chiamato “il paese delle streghe”, circostanza che potrebbe essere gradevole per una “potteriana” convinta. Certo che il paesaggio è proprio bello, i colori dell’autunno incantevoli…

Arrivati al paese, scoprono che le auto non possono entrare e che borse, scatoloni e valigie devono essere portati a mano; per fortuna la gente del posto, gentilissima, è pronta ad aiutare i nuovi arrivati. La nuova casa è bellissima, in pietra, e c’è anche un camino. Beh, tutto sommato il cambiamento non è poi così male e forse non è il caso di tenere il broncio: ormai dovrà abituarsi.
Prima di tornare a scuola Moira vuole approfittare dei pochi giorni di vacanza per conoscere la zona; con il suo pranzo al sacco si dirige verso la Cabotina, che la leggenda vuole luogo di raduno delle streghe.
E qui incontra “Lui”.
Lui è Alex. Capelli castani, occhi verdi; sua madre Pia è la proprietaria del “Negozio di Magia” di Triora, che vende libri, incensi, cristalli e tante altre cose interessanti. La donna rivela a Moira che lei e suo figlio appartengono alla Wicca. La ragazza, affascinata, chiede di saperne di più e viene istruita in quella che per lei è una religione del tutto nuova…

Promessa di Samhain è un libro con diversi piani di lettura. E’ un romanzo con una bella e dolcissima storia d’amore tra i due protagonisti, ambientata in uno dei borghi più suggestivi d’Italia, ma è anche la storia di una iniziazione wiccan.
In Moira si rispecchieranno tutte le persone che sono incuriosite dalla moderna stregoneria e dalla Wicca in particolare, ma che si fermano davanti a dubbi e paure. Anche Moira porta con sé, pur essendo molto giovane, un bagaglio di idee confuse, pregiudizi e stereotipi difficili da eliminare, dati in parte dall’educazione tradizionale, in parte dalla mancanza di informazioni esatte.
Nel romanzo possiamo seguirne il percorso, passo dopo passo, dall’iniziale assoluta ignoranza in materia, che la porta a una serie di domande per chiarirsi, tra cui l’immancabile timore che la Wicca abbia a che fare con riti satanici, poi come si diventa streghe (o forse si nasce), che cosa fanno le streghe, fino a come spiegare questa scelta alla propria famiglia: uno degli ostacoli maggiori, soprattutto nelle persone giovanissime, che può portare a nascondersi per evitare di essere considerate diverse e “strane”.

Moira riceve una istruzione completa: imparerà quali sono le feste da celebrare e in che modo farlo, a preparare misture e incensi, a individuare il proprio animale Totem, a fare i primi semplici incantesimi, l’uso delle pietre, l’approccio alla divinazione…
In Moira c’è molto della sua creatrice e delle sue esperienze, del modo in cui le ha vissute e percepite, e lo si capisce dall’emozione e dalla calda partecipazione che traspare dalle pagine.
Come dice l’Autrice, questo libro è stato scritto anche per aiutare chi comincia lo stesso percorso spirituale, con un linguaggio espresso “in maniera delicata e per nulla accademica“, per chi si sente in colpa perché le proprie scelte non sono conformi a quanto impartito dalla famiglia, ma anche per tutti quelli (genitori, parenti, compagni, amici, colleghi) che hanno ostacolato e messo in ridicolo coloro che seguivano strade spirituali diverse. Un libro per conoscere la Wicca, ma anche per insegnare il rispetto, la comprensione e la tolleranza per chi la pensa in modo differente dal nostro (Recensione a cura di Devon Scott).


Per conoscere meglio l’Autrice, leggete la sua intervista.
Per contattarla mandatele un messaggio tramite la sua pagina FB https://www.facebook.com/sefossiunastregavenus/

 

Vuoi lasciare il tuo commento a questo libro?