IL GIRO DI MILANO IN 80 MISTERI di Giuseppe Tesorio

Il giro di Milano in ottanta misteridi GIUSEPPE TESORIO
Edizioni Meravigli, Cernusco sul Naviglio (MI), 192 pagine, Ill. a colori, 2021, Euro 17,00
www.meravigliedizioni.it

 

«Siamo nel 1100, l’Adda, il Serio e il Lambro non fanno altro che straripare, si gonfiano d’acqua, non riescono a defluire nel Po e allagano le terre della Bassa, da Cavenago a Rivolta. Lodi, un poco più elevata, la scampa sempre, ma tutt’intorno è ben presto un lago. Il Lago Gerundo, per nulla profondo, ma esteso, tanto da sembrare un mare (“mare Gerundo” lo definiscono in alcune cronache). Uno strano lago, più una palude, fin dentro i confini di Milano. E in questo acquitrino melmoso chi ci vanno a trovare? Una creatura spaventosa, che emerge di tanto in tanto, emana odori nauseabondi e lancia lingue di fuoco. Già, un drago. Pronto anche il nome: Tarantasio (Taranta è una frazione di Cassano d’Adda, in provincia di Milano). Corre il panico nella Bassa lodigiana, non si sa se per il drago o per la malaria che imperversa per via dell’acquitrino. Un incubo, finito un bel giorno, per l’esattezza il 1° del 1300, quando, con l’ennesima pioggia, affiora non si sa bene dove un enorme osso. Sarà del drago Tarantasio, dicono tutti, finalmente morto. L’ultima apparizione, la sera del 31 Dicembre 1299, poi più nulla. Punto. E incomincia la leggenda…»


Mistero è ciò che rimane fuori da una ragionevole spiegazione. Mistero è fascino, è il dubbio capace di stuzzicare la fantasia popolare, di trasformare
 una storiella in tradizione, sfidando anche gli scettici meneghini. Mistero è ciò che rende magico un luogo, che fa di quel luogo l’ultimo domicilio delle leggende o delle bufale metropolitane: è questo a fare di una città la tua città.
Anche a Milano c’è una seducente dama velata che di sera gira intorno al Castello. Le streghe svolazzano davvero, in certe notti. Ci sono labirinti segreti e scheletri che prendono vita.
E poi, il fantasma di Antonietta, grande amore del ­Foscolo, i fossili in piazza del Duomo, il discepolo “inventato” di Leonardo, la maledizione di ­Palazzo Marino, draghi, diavoli e mostri vari tra le guglie e il cielo…
Misteri alla milanese, 80, tutti da scoprire. Quella che Giuseppe Tesorio ci propone è un’inso­lita guida, otto passeggiate sulle tracce di ­storie insolite, arcani, busillis, curiosità, dettagli, enigmi, ruderi nascosti e inspiegabili, leggende, segreti, fake news d’altri secoli e quel sottile piacere di credere a qualche bufala metropolitana, che fa tanto favola (Scheda dell’editore).

 

Vuoi lasciare il tuo commento a questo libro?