ALMANACCO. IL TEMPO DELLA MAGIA di Devon Scott

Almanacco. Il tempo della Magia di DEVON SCOTT
Edizioni Spaziofatato, Vezza d’Oglio (BS), 2012, 433 pagine, ill. b/n, Euro 20,00
Copertina di Silvia Ronsisvalle
www.spaziofatato.community

Il libro è in vendita anche su questi siti:

www.ilgiardinodeilibri.it
www.ibs.it

Esiste la dipendenza da lettura?
Per chi è curioso di ogni cosa che riguardi l’esoterismo, Almanacco. Il tempo della Magia di Devon Scott è un libro che  appassiona in modo così profondo che vorresti averlo sempre a tua disposizione, per ogni consulto.
Non si può fare a meno di aprirlo per dare subito una sbirciata al proprio giorno di nascita (che rabbia scoprire che siamo nati in un giorno poco fortunato! Ci sarà un incantesimo, un talismano, una formula per cambiare le cose?).

Un saggio avvincente da condividere con gli amici, anche se è strano pensare  a questo come a un  libro di compagnia, perché coinvolge tanto che lo leggeresti in una serata conviviale, per trovare spunti non ortodossi di conversazione.
Ma forse lo si gusta meglio assorti, in tranquillità, per scoprire giorno per giorno, all’infinito, quali sono i nostri Geni protettori da invocare al bisogno (e quando mai le cose vanno tanto lisce da non averne bisogno?), la pianta che ciascuno spirito predilige, le azioni propizie per la giornata, il lavoro magico consigliato e quello sconsigliato. E poi aneddoti, curiosità, ricorrenze, storia e personaggi di tutti i tempi.

Negli approfondimenti, i rituali di propiziazione per ogni segno zodiacale (con le indicazioni per farsi un sacchettino portafortuna); i “Percorsi spirituali”, che danno una panoramica dell’iniziazione e delle diverse scuole esoteriche, dai Misteri Eleusini alla Wicca.
La “Sapienza Antica” fa rivivere le nozioni teoriche e pratiche impartite dagli antichi Grimori, in particolare su come si imposta il lavoro magico secondo le posizioni del Sole e della Luna, come si usano le candele e gli oli, come si fanno e si consacrano i talismani; poi rituali per ogni necessità, formule, pergamene di protezione, vasi e condensatori di energia.
“Un mondo di magia” ci dà una lunga serie di informazioni magiche di tutti i tipi, dagli amuleti ai talismani (già contenuti in una rubrica pubblicata su questa webzine a partire dal dicembre 2010), dai numeri magici alle feste della Ruota dell’Anno, ciascuna con le proprie funzioni, i rituali più propizi, le riflessioni adatte al periodo, gli addobbi d’altare e i cibi da consumare.

Un’opera che non si esaurisce in una sola lettura: è necessario sfogliarla spesso, perché ogni volta ci regala una nuova conoscenza e un nuovo messaggio. Come dice l’Autrice nella nota introduttiva:

ogni anno è un circolo chiuso, che muore e rinasce cancellando ciò che è stato e ricominciando un tempo nuovo rigenerato e ricreato, un tempo sacro

dove feste e ricorrenze rendono attuale un evento passato e lontano, ma recuperabile attraverso i riti e le celebrazioni con cui ne rinverdiamo il ricordo (Recensione di Rudy Setti).

 

Devon Scott è studiosa di folklore e tradizioni magico-iniziatiche dell’Europa Occidentale e dell’area mediterranea. Ha tenuto conferenze, corsi e seminari in Italia e all’estero, collaborato con riviste e siti web, partecipato a programmi televisivi di informazione e didattici.
Ha pubblicato Tradizioni Perdute, 2001, edizioni Lunaris; I giardini incantati. Le piante e la magia lunare, 2006, edizioni Venexia; Podomanzia. Il cielo sotto di noi, 2008, edizioni L’Età dell’Acquario; Le piante del fascino. Sane, belle e attraenti con l’alchimia verde, 2009, edizioni Aradia; Il cerchio di fuoco. Leggende, folklore e magia dei Celti, 2009, edizioni L’Età dell’Acquario; Almanacco. Il tempo della Magia, 2012, edizioni Spaziofatato, e Le Porte della Luna. Magia del Femminile, 2013/2015, edizioni Spaziofatato.
Ha inoltre tradotto e curato L’Homme Rouge delle Tuileries di Paul Christian, edizioni Venexia.
Per saperne di più sull’Autrice, leggete la sua scheda biografica.
Leggete anche la sua Intervista.
Per leggere un estratto del libro in .pdf  Almanacco: Mese di Marzo   Almanacco: Mese di Dicembre

 

Vuoi lasciare il tuo commento a questo libro?


Commento di Alba Rossi
Anch’io ne sono diventata dipendente: lo tengo sul comodino e ogni mattina mi leggo la pagina, vedo chi devo invocare e quali azioni positive da fare. Io lo trovo di grande consolazione!!!

Commento di Anita
Un libro fantastico, scritto in modo molto piacevole e discorsivo, pieno di curiosità, utilissimo per le indicazioni quotidiane di chi vuole praticare o soltanto sapere. Un vero “Libro della Ombre” con un altro nome.

Commento di Paola ed Emanuela (Gruppo di Torino)
Lo aspettavamo da mesi e finalmente è arrivato! Un cesto di regali per chi, come noi, vuole informazioni non banali, dettagliate abbastanza da sciogliere ogni dubbio e spiegate con la semplicità di chi sa di cosa sta parlando. Una vera meraviglia!!!

Commento di A. Aries
L’Elixir di antica saggezza. Madre Terra Anno Domini 2012, del 12 Dicembre!

E… poi piombò il terrificante silenzio che precipitò – come tomba – sulla  desolata Terra! Ogni vivente creatura aleggia come vagante, eterea nebbia, in un universo senza confini, scenario incolore, rivoli di oscurità raggelante. Elementi ultraterreni, non più terra, creato, non più Cielo.
Alba di Helios – il Reggente – 13 Dicembre 2012 dell’Anno del Signore. Incombe un grande silenzio, come perpetuo moto, sulla Madre Terra non s’ode levare il fremito di una foglia. La fine, o il principio di rinnovata genesi? Nulla di tutto questo, unicamente il vagare nell’etere di molteplici pensieri che affollano la mente dei catastrofisti per eccellenza, di quanti hanno acclamato false profezie Maya, e distruzioni di ogni sorta. Calendari antichi, parole incise su mute pietre, profezie vigilanti, sconcertanti di una imminente fine del mondo, nell’incontro, incrocio di una temibile data 21/12/2012! Discussioni, riflessioni sulla inevitabile, quanto sovrastante fine di un mondo, possibile coronamento di una mutazione genetica, occulti rivolgimenti, forse codice segreto di una nuova era, quale i Maya videro in un futuro… lontanissimo nel tempo spazio. Tuttavia, ed è questa la “Buona novella”, in soccorso di tristi, angoscianti pensieri, idee, giunge –  quasi inaspettato – l’ultimo impegno letterario di Devon Scott. Proprio così, appare all’orizzonte dei cultori di libri molto particolari, per i tipi di Associazione Culturale Spaziofatato, Almanacco. Il tempo della magia. In verità non si potrebbe definire – nella sua genesi strutturale – il classico libro, testo letterario che si concretizza nella simbologia letteraria canonica, quanto  – come detto nell’incipit – un vero Elixir di antica saggia, magia! Il primo manifesto che ispira tale lettura è un forte richiamo al mondo antico quando, appunto, gli Almanacchi erano tenuti in grande considerazione, una sintesi, vitale, per la quotidiana esistenza dell’universo contadino, come delle nobil fanciulle. Almanacchi che per la gran specie, fiorivano dalle sapienti menti di venerabili monaci, o detentori di arti divinatorie.  Dunque, Devon Scott apre il suo forziere per mostrare gemme e perle di un eonico tempo quasi dimenticato, sotterrato dall’avidità tecnologica che oggi domina incontrastata e, oserei dire, inossidabile. Non lo definirei, per questo, un libro, ma un pensiero, un’idea, una concezione che va ben oltre i consueti orizzonti – in cui vanno a navigare, generalmente, i testi di varia natura – Senza ombra di dubbio, l’autrice rende la consapevolezza di un grande Sapere. Una saggezza non comune, originale, ricercata, sofisticata, ben strutturata, ancorata in un campo – quello esoterico ed alchemico – di cui ben pochi possono vantare profonde conoscenze. L’Almanacco, traducendolo come calendario  – ma sarebbe troppo semplicistico – piuttosto pensarlo come ‘magica guida’ per la grande ruota dello Zodiaco, segni astrologici nel loro Cielo, nella loro casa secondo le costellazioni, e per causa ai relativi  detentori di tali segni  le umane creature. La Ruota cosmica sarà, è configurata dall’Ariete, dal Toro, dai Gemelli e via di seguito per 12 numeri, o mesi. La vera ‘novità’ di questo almanacco, il seme instillato, piantato da Devon Scott è che  – questa è la esoterica energia – che ogni segno, per ogni giorno del suo mese, detiene dalla sua parte il potere delle invisibili ‘guide’, creature di un parallelo mondo, le quali osservando le umane condizioni interagiscono attivamente. Non ci resta che aprire il ‘libro delle meraviglie’, e contemplarne gli antichi splendori di un dimenticato tempo storico, quello religioso ancestrale, i cui legami passano prima dal Cielo per giungere sulla Terra. Osservava correttamente Mircea Eliade, come esiste un tempo del quotidiano, banale, ma anche il tempo delle riflessioni religiose, del contatto con lo ‘spirituale’, con l’inafferrabile tutto(1ss.) In una parola la Tradizione, filo conduttore di Devon Scott.. In modo incisivo gli antichi credevano che ogni giorno fosse sotto la dominazione/protezione di uno spirito! (23-145). In forme angeliche, o in quanto azione protettiva di un pianeta, di un animale,  di gemme, o semplicemente l’esaltazione di una essenza – configurazione di un talismano – (147-232). Le piante  – nostre sorelle per eccellenza – svelano impensabili  verità di potenzialità energetiche e protezione. Piante, pianeti, giorni, mesi hanno un perfetto legame/sincronia spirituale. A motivo di questo – per citare un caso – l’Artemisia allontana la negatività provocata dall’invidia (254-256). Un mondo di magia, la magia di un mondo (257-334). C’era una volta: a Roma si festeggiava Felicitas, allegoria della felicità (9 Ottobre), nel suo Santuario sul Campidoglio. In epoca Imperiale divenne protettrice dell’Imperatore (261). Si potrebbero citare molti esempi, il suggerimento più ovvio è fare un originale viaggio in questo singolare ‘Almanacco’, che Devon Scott svela e rivela a tutti coloro che vi leggono tra le righe non un semplice libro, ma una ‘magica via’, per una comprensione più vasta, come osservare le multi colorate ali della Queen Butterfly. O inspirare  l’essenza preziosa di un distillato, un Elixir antichissimo! Il promo aveva aperto un incipit sulle attuali sensazioni di ‘percepire’ un mutamento imminente, nulla di tutto questo, si è detto che la vera ‘novità’ è questo nuovo libro di Devon Scott, che senza dubbio superando ogni profezia catastrofica, apporta suggestive conoscenze molto più terrene! E, oserei dire, futuristiche.

Recensione di Luce
http://ilmiofioredicarta.myblog.it